Home > L'associazione > L'associazione
 
L'associazione

La Zveza Slovenskih Izseljencev Furlanije Jiulijske Krajine – Unione Emigranti Sloveni del Friuli Venezia Giulia è stata fondata a Orbe (Svizzera) nell’estate del 1968, quando l’emigrazione era ancora in atto e appariva ormai chiaro che un’epoca si stava chiudendo ed un’altra stava iniziando.

L’unità territoriale oggettiva del nostro popolo era finita ed anche la stessa sopravvivenza della nostra comunità in quanto slovena era seriamente in pericolo.

Da questa duplice constatazione: da una parte il flusso migratorio che impoveriva le nostre valli del suo capitale umano e le spingeva sempre di più nell’arretratezza e, dall’altra, il pericolo della nostra scomparsa in quanto Sloveni, nasce l’Unione Emigranti Sloveni del Friuli Venezia Giulia.

Seguendo perciò l’evolversi della realtà economica e sociale della Slavia nonché le vicende del movimento sloveno in Italia, è possibile comprendere la ragione di essere e lo sviluppo della Zveza – Unione.

Essa si è data uno Statuto i cui principi ispiratori sono la tutela dell’emigrante e dei suoi discendenti in quanto concittadini o connazionali all’estero e in quanto componenti effettivi e vitali della minoranza slovena in Italia.

L’Unione si propone perciò, fin dalla sua nascita, come soggetto propositivo per l’intera comunità, affermando che chi è rimasto in Regione e chi ha dovuto trasferirsi costituiscono un’unità strutturale che le distanze geografiche non possono e non devono distruggere e indebolire.

A partire dalla Svizzera, l’unione raggiunge negli anni una dimensione mondiale ed anche i suoi interventi e le sue richieste si modificano nel corso degli anni.

La funzione di tutela sociale del lavoratore emigrato si fa sempre meno fondamentale. In conseguenza dell’invecchiamento degli emigrati veri e propri e dalla comparsa sulla scena dei loro figli e dei loro nipoti, per i quali sono più significative le iniziative che permettano loro di mantenere e rafforzare l’identità di origine e di confrontarsi con l’intero mondo culturale sloveno e mondiale, l’Unione si è data nuove finalità e nuove strutture.

Proprio prendendo atto che i componenti della nostra comunità che sono nati e cresciuti all’estero non sono e non si sentono emigrati, nel 1991, l’Unione ha deciso di denominarsi anche “Slovenci po Svetu – Sloveni nel mondo”.

Le attività dell’Unione si articolano in interventi nei più svariati settori.

Fondamentale è la funzione informativa per mettere in grado gli emigrati e i loro discendenti di seguire le vicende della nostra comunità e di conoscere quali sono i diritti e le opportunità che lo Stato italiano, ma soprattutto la Regione Friuli Venezia Giulia mettono a loro disposizione.

Questi infatti sono molteplici: dai soggiorni culturali e stages per le nuove generazioni alle manifestazioni culturali che permettono di mantenere e rafforzare il senso di appartenenza all’estero ma anche di far conoscere la nostra cultura alle comunità e ai Paesi dove i nostri emigrati e i loro discendenti si sono stabiliti e soprattutto incentivare nelle nuove generazioni, accanto al senso della propria identità di origine, quello di cittadinanza europea e universale, nello spirito della costruzione di un mondo più giusto e pacifico, nel quale ognuno sia sempre più “cittadino” responsabile. Di se e degli altri.

 
SecurCube.Net

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . Biscotti impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information